Sei qui: HomeDa scoprireEnogastronomiaAssaggi e SorseggiFunghi coltivati del Montello
funghi2
Funghi coltivati del Montello
Nella zona del Montello, la ricerca e il consumo di porcini, ovoli, russole e finferli sono attività che attraggono sia gli appassionati di natura e ambiente, sia i golosi e i buongustai. I funghi coltivati forse saranno meno poetici e per qualcuno anche meno intensi di sapore ma hanno molti pregi: sono meno cari, meno inquinati, spesso biologici, sempre più distribuiti e meglio reperibili e anche eccellenti dal punto di vista della sicurezza e delle qualità nutrizionali.
Dagli anni ‘60, la provincia di Treviso ricopre una posizione di spicco in questo settore: ogni anno funghi freschi e conservati vengono venduti nelle regioni del Nord Italia e in Europa, toccando in particolare la Germania.
I funghi più coltivati sono il Prataiolo, seguito da Pleuroto, detto in dialetto Sbrisa e dal Piopparello.
Il Prataiolo o Champignon ha cappello bianco e globoso, convesso, con base allargata e diametro medio 8-10 cm. Le lamelle poste sotto il cappello sono di color rosa o brunastro. Il gambo è tozzo e bianco e la carne, soda, ha gusto gradevole, leggermente muschiato e di tendenza dolce-aromatica. Il Pleuroto o Sbrisa è caratterizzato da cappello di color camoscio-bruno a forma di ventaglio con lamelle color bianco crema. Il gambo è laterale e di forma corta e robusta. La carne, bianca e soda, ha un profumo intenso e una gradevole acidità che lo rende ottimo per il consumo fritto o alla brace. Il Piopparello si presenta con cappello marrone chiaro o scuro, di diametro fino a 10 cm, convesso o piano. Il gambo è cilindrico, leggermente affusolato alla base, di color bianco brunastro. La carne è biancastra o bruna, molto soda con profumo e gusto piacevole.

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.