Sei qui: HomeCosa vuoi fareSport e naturaAttivitàBici da corsa
Bici_da_corsa
Bici da corsa
 
Il clima  e la morfologia del territorio fanno della provincia di Treviso una delle zone ideali per la pratica del ciclismo nonché una delle zone più amate dagli appassionati di questo sport. La Marca è la provincia più ciclistica d’Italia con circa 5.000 tesserati l’anno. Squadre agonistiche, cicloamatori o cicloturisti, per allenamenti, divertimento o vacanza all’insegna dello sport, tutti trovano in questo territorio la risposta alle loro esigenze. Sono stati perciò individuati percorsi con caratteristiche tecniche differenti e che presentano peculiarità paesaggistiche e storiche.

Gli itinerari spaziano dalla pianura, alla collina a salite dalle pendenze più o meno ripide,  diverse alternative a seconda della preparazione atletica del singolo ciclistica. Si sviluppano su strade asfaltate e principalmente su strade secondarie poco trafficate adatte a biciclette da strada ma anche city bike idonee e mountain bike con ruote da strada. I tracciati sono percorribili in ogni stagione anche se la migliore è la mite  primavera. Tra rettilinei, curve e sali scendi si possono ammirare panorami mozzafiato e scoprire le ricchezze della zona per tragitti piacevoli ai cinque sensi.

Iniziando dalle zone pianeggianti adatte a qualsiasi amante delle due ruote, anche ai più piccoli, è suggerita tutta la zona naturalistica del Sile dal parco alle risorgive. Per passare poi verso la più conosciuta zona del Montello  caratterizzata nella parte nord dalla cosiddetta Panoramica, dalle splendide vedute sulla valle del Piave, e nella parte est-ovest dalle Prese ovvero diverse strade di varie pendenze. Rimanendo nella stessa area altri percorsi si snodano tra i colli del Prosecco tra Vidor e Cison di Valmarino oppure da Asolo sino alla zona dei Castelli passando per Maser e Cornuda.

I più esperti ed allenati invece si possono mettere alla prova con percorsi più complessi come la Bretella del Monte Grappa, ambita cima del Giro d’Italia 2010, un percorso con salite dall’8 a 10% di pendenza da cui si gode un eccezionale panorama che spazia fino alla laguna di Venezia. Oppure i 121 km delle Pianezze, molto impegnativi, che passano fra i monti Tomba e Milièr. O ancora la Bretella del Cansiglio, che partendo da Nervesa arriva a Ciano del Montello passando per Vittorio Veneto e Valdobbiadene. Tracciati intenti a valorizzare il tempo libero di tutti coloro che amano lo sport.

Te lo dice: Andrea Pinarello

Foto: Pinarello

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.