Sei qui: HomeDa scoprireStoria e culturaPercorsi dello spiritoChiesa di S. Giorgio
San_Polo_-_Chiesa_san_Giorgio-ultimacena
Chiesa di S. Giorgio
Per chi si lascia alle spalle il centro abitato di San Polo, bastano pochi chilometri in direzione di Oderzo, per notare, sulla destra un piccolo campanile. Lì, tra vigneti, campi coltivati e vecchie case, sorge al centro dell’omonimo borgo la chiesa di San Giorgio, eretta nei pressi dell’antica via romana che da Oderzo risaliva il Piaveverso Feltre e Trento. Conserva al suo interno vividi affreschi del millequattrocento: immagini di santi e della Vergine, due scene superstiti della storia di San Giorgio ma soprattutto un’Ultima Cena tutta speciale.
Accanto all'agnello posizionato su un vassoio, si stagliano sulla tovaglia gamberi rossi e chele sparse, insieme con piatti di pesce a tranci: gamberi e vino rosso sono sempre stati caratteristici del posto e sono tutt’ora una specialità rinomata della cucina di San Polo di Piave, per cui è pensabile che il pittore avesse voluto calare l’evento evangelico nel contesto locale. L’Ultima Cena è fermata nell’attimo in cui il Cristo annuncia il tradimento di Giuda: i commensali si interrogano prima di cominciare a mangiare, il pane nelle forme rotonde è ancora integro, e soltanto il Cristo ne stacca un boccone per darlo a Giuda che gli sta di fronte e stringe nel pugno la borsa dei denari.

Foto: Gruppo per S. Giorgio

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.