Sei qui: HomeDa scoprireStoria e cultura Personaggi illustriCaterina Corner
Corner
Caterina Corner
Cipro aveva sempre ricoperto un’importanza strategica per la Serenissima: la sua posizione al centro del Mediterraneo faceva dell’isola un obiettivo essenziale per la sicurezza dei commerci veneziani.
A Cipro nel 1468 regnava Giacomo II Lusignano e se non si poteva ottenere il controllo dell’isola con le armi, lo si poteva fare con le doti dell’amore: Venezia manda in sposa al sovrano la nobildonna Caterina Corner, figlia di una delle più illustri casate del Libro d’Oro.
Nel 1473 Giacomo muore e Caterina si trova a reggere le sorti del regno cipriota: catalani e napoletani si pongono come obiettivo di sfruttare la debolezza del momento cercando di spodestare la regina Corner, ma il tentativo viene debellato e la longa manus veneziana si allunga su Famagosta e zone limitrofe.
Le turbolenti congiure continuano ancora per una decina d’anni finché nel 1489 Venezia decide che è ormai giunto il momento di assumere direttamente il controllo dell’isola, diventato ancora più prioritario visto l’affacciarsi all’orizzonte di quello che diventerà il suo acerrimo nemico, il Turco: richiama così in patria la nobildonna, obbligandola a donare il suo possedimento alla Repubblica.
In cambio, il Doge fa di Caterina “Domina Aceli”, la Signora di Asolo, luogo dove la ex Regina di Cipro può rivivere ancora per un decennio – tra artisti del calibro di Giorgione e Lorenzo Lotto e scrittori quali il Bembo - i fasti ed i privilegi del suo ormai decaduto rango.  

Foto: Museo Civico, Comune di Asolo

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.