Sei qui: HomeItinerariMontello e Colli AsolaniMontello e Colli Asolani a tavolaErbe di campo e asparagi selvatici tra Montello e Colli Asolani
erbeCampo
Erbe di campo e asparagi selvatici tra Montello e Colli Asolani
La povera e saggia cultura contadina ha sempre cercato di ricavare dalla natura ciò che era a disposizione e nella stagione primaverile i campi brulicano di erbe e asparagi selvatici.
Anche oggi, come un tempo, nella cucina tradizionale si fa uso di erbe di campo che si trovano facilmente nei prati o lungo le siepi.
Tra le più usate spicca il radicio de camp, o tarassacco, pianta erbacea di cui si utilizzano in primavera le foglie basali in particolare crude in insalata. Queste piante ricoprono i prati con i loro fiori di colore giallo che si trasformano poi nei simpatici “soffioni”.
Altre piante erbacee sono le rosoline e i s-ciopet, che si utilizzano in cucina soprattutto nelle zuppe, nelle minestre, nei pasticci, nelle frittate. Per la preparazione vanno lessate e condite con l’olio d’oliva o si passano in padella con aglio e olio.
Ma sono gli asparagi selvatici i più ricercati. I bruscandoi, germogli teneri del luppolo dal sapore amaro-aromatico reperibili lungo i fossati o nei luoghi incolti ed irustegot, che non sono altro che i germogli del pungitopo, dal gusto dolce amaro.
Tutti possono essere lessati o conditi, infarinati e fritti, o impiegati per ottenere gustose minestre di riso e di orzo, risotti e frittate.
Erbe di campo ed asparagi selvatici oltre ad essere prodotti spontanei e naturali hanno anche proprietà depurative e diuretiche.
Logo_Regione_Veneto_ITA Iniziativa finanziata dal programma di Sviluppo Rurale per il veneto 2007 – 2013
 Organismo responsabile dell'informazione: Provincia di Treviso
 Autorità di gestione: Regione del Veneto – Piani e Programmi del Settore Primario



Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.