Sei qui: HomeNews ed eventiNewsStorie dell'Impressionismo
jpg
Storie dell'Impressionismo
La Città d'Acqua cornice di capolavori artistici. Un grandioso evento che impreziosisce la città di Treviso: una mostra dedicata a degli autentici geni della pittura, tra i quali, Monet, Renoir, Van Gogh, Gauguin, Guttuso, Vedova e Schifano.
Il cammino espositivo si snoda in quattro filoni, situati tra il Museo Civico di Santa Caterina e Palazzo Giacomelli.
All'interno della sede museale sono allestite tre esposizioni: 'Storie dell'Impressionismo. I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin', 'Tiziano, Rubens, Rembrandt. L'immagine femminile tra Cinquecento e Seicento. Tre capolavori dalla Scottish National Gallery di Edimburgo' e 'Da Guttuso a Vedova a Schifano. Il filo della pittura in Italia nel secondo Novecento'.
All'interno di Palazzo Giacomelli, invece, sarà visitabile la mostra: 'De Pictura. Dodici pittori in Italia'.
'Storie dell'Impressionismo' si suddivide in sei sezioni di preziose opere d'arte, tra ritratti, paesaggi e nature morte.
I capolavori di 'Venere che sorge dal mare' Tiziano, 'Una donna nel letto' di Rubens ed il 'Banchetto di Erode' di Rembrandt rappresentano diversi modi di raffigurare la bellezza femminile.
Un omaggio alla pittura italiana del Novecento nel terzo settore espositivo, con opere di circa cinquanta celebri artisti, vissuti tra la fine della Seconda Guerra Mondiale, fino alla fine del Novecento.
La mostra 'De Pictura' a Palazzo Giacomelli, infine, presenta tematiche strettamente connesse con le tre esposizioni precedenti, con un'ulteriore ricerca approfondita dell'arte italiana dal secondo Dopoguerra fino agli inizi del XXI secolo. La mostra rimarrà aperta fino al 1° maggio.
Ingresso 14 Euro; 11 Euro studenti fino a 26 anni, over 65, giornalisti; 8 Euro 6-17 anni.
Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.